PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

tra le vie d' una notte

Che pena mi danno
queste tristi sagome d' umanità
Orfane degli istinti,
perduta la coscienza, e barattata
tra le vie d' una notte
in cui nessuno guardo' le stelle.
Di' loro che per natura
il cielo e' più vasto dello sguardo.
Ti affronteranno, da quel buio
con le teorie del metodo;
ti vorranno iniziare
all' arte dell' inganno;
mentre, per tutti noi,
profonda notte gioca
ad illuminar le stelle

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0