PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Chist eur ca' cia nguaiat

Er na vot, cas putev arragiunà,
er na vot, ca gente rev valor o sold
e a fatic.
Ern e tiemp, a ddò esistevan
a lir e cchiù s pùtev campà
cchiùs putev spennr e mangià.
È o ver, primm
ta ccriv comunqu e fatic,
ma na lir ta
riusciv a stipà.
A finè rò mesè
te trovav cu'
nu' pizzuìll e ppan e cchiù
e na lir dentro a tascà.
E tiemp so cagnat
e chist eur cià nguaiat.
Mo simm custritt a corr
a priess a fatic, pagam e tass e
cià nnacquamm
quill pizzuill e ppan
ca' ce rimast
rint a casa..
Ah! Comm ern bell e
tiemp e primm.
Mo nu c restà ca
faticà e surà
e sperà ca cchist
eur nu c fness
e nguaià

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • antonio castaldo il 15/04/2009 16:11
    concordo, pinù... stammo arruvinat...
    mi è piaciuta
  • Anonimo il 15/04/2009 13:25
    È o ver, Giuseppì... simm 'nguaiat...
    Divertente..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0