PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Per un sorriso

Improvviso come temporale d’agosto
l’anima si oscura,
all’orizzonte cumuli neri si addensano,
forieri di piogge torrenziali
che presto invaderanno il mio essere;

sento vicino un battito di cuore,
ma non è il mio, non mi appartiene,
suoni ovattati in lontananza
sussurrano un nome,
ma non è il mio, non mi appartiene;

fermo il respiro,
la ricerca di un bagliore diviene spasmodica,
uno spiraglio di luce,
un lampo e poi il tuono:
tutto scuote il mio di essere uomo e divenire;

naufrago in un mare in tempesta
cerco disperatamente un relitto
dove poter riposare e pensare,
inutile la mia richiesta d’aiuto,
immagini umane come fantasmi;

tutto l’intorno scompare,
nulla rimane
i ricordi passati, il presente e il futuro,
son questi i momenti più duri
quando donerei la mia vita per avere un sorriso.

 

1
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Anonimo il 02/02/2010 20:45
    mediocre; hai rovinato un buon inizio
  • Donato Delfin8 il 16/04/2009 13:45
    Bella
  • Vincenzo Capitanucci il 15/04/2009 16:42
    Un eclissi... un precipitare in un abisso... di se stessi... in una terra di nessuno...

    Molto particolare Cesare... bellissima... potersi aggrapparsi... ad un sorriso... ad uno spiraglio di luce... quando tutto si oscura...
  • Anonimo il 15/04/2009 16:35
    Bella.
  • Anonimo il 15/04/2009 15:10
    Piaciuta molto.
  • Dolce Sorriso il 15/04/2009 14:03
    bella
    piaciuta molto
    ciao
  • Anonimo il 15/04/2009 12:49
    Che bella!!! Dimistrazione della forza di un'amicizia!!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0