PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Aliante

La terra arsa scorre a te di sotto
nel dinamico tuo volo silente.
Un sereno riposo t’è condotto
nei più remoti anfratti della mente.

Nell’aria che t’accoglie e ti sostiene
viene inghiottito ogni tuo lamento
e neutralizza tutte le tue pene
l’estatico brusio del dolce vento.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • Giuseppe ABBAMONTE il 05/05/2009 20:23
    Caro Ivano
    Temevo dicessi "antiestetica". Questo mi avrebbe preoccupato.
    Dormi bene e rilassati. Anche grazie a me
    Giuseppe
  • ivano cosulich il 28/04/2009 03:26
    anestetica
  • Giuseppe ABBAMONTE il 16/04/2009 21:23
    Che dire? Grazie a tutti ed a rileggerci presto
    Giuseppe
  • Dolce Sorriso il 16/04/2009 13:28
    sono contenta di averti letto
    bravo
    Anna
  • Anonimo il 16/04/2009 00:08
    Bella.
  • Anonimo il 15/04/2009 23:26
    Bella...
    complimenti!
  • augusto villa il 15/04/2009 23:25
    Eccolo qui!... Il dito nella piaga... Ti dico che è molto bella... e che è molto vera... Ah... quanto è vera!!!... E quanto mi manca quel sibilo... Complimenti!!!
  • francesco ganci il 15/04/2009 22:40
    Delicata ed elegante. Bella.
  • Nicola Saracino il 15/04/2009 21:31
    Nel volo, dolore ingoiato dall'aria, anestetizzato nei più remoti anfratti e superato nell'estasi di libertà. Descrizione e metafora, nei versi che suonano nel volo a vela. È un raffinato merletto. Nicola
  • Anonimo il 15/04/2009 21:27
    Un volo... bellissimo, come riappacificarsi con se stessi.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0