accedi   |   crea nuovo account

Come se potessi ancora fiorire

Come se potessi ancora fiorire
ho tessuto sogni
là dove finisce la notte

ho rifatto il trucco ai miei giorni
li ho vestiti di organza leggera

ne ho rimarcato le ciglia
all'ombra di falci di luna ricurve.

E con stanche cadenze
mi sono trascinata nei viottoli
dell'agave e del biancospino

un volo verso l'ignoto
con la paura di planare

sollevando polvere
e impronte di segreti

e trafitta dalle spine
lontana dalle risposte che cercavo

ho bruciato gli anni
a labbra spalancate

sapore di ciliege amare erano gli attimi
come quel silenzio che si gonfiava in gola

e all'improvviso taceva tra le dita.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Aspasia Forte il 27/06/2008 23:54
    Capisco che hai avuto tante delusioni. ma come sai ben descrivere il passaggio di tanti giorni, di tanta vita, così, leggera come il volo di un passero. Nel leggerti anch'io mi ritrovo. Grazie per come ti riveli.
  • maria teresa di donato il 06/04/2008 01:09
    stupenda... mi ha fatto venire i brividi.. è intrisa di passione.. bellissima...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0