accedi   |   crea nuovo account

La fede

O mio Signore dall’infinita gloria
che dall’alto vigili sulle nostre vite
la cui mano infonde sempiterna gioia
illuminando quest’esistenze sempre più stranite

tu che ogni giorno ascolti il tuo nome
invocato a gran voce da anime tristi
che senza sapere né quando né come
ti usano per divenir d’altrui vite registi

non passa giorno che un essere qualunque
si arroghi a divenir di te interprete unico
e discettar dei tuoi valori, comunque
nel rifiutar ogni argomento logico

e senza conoscenza di materia alcuna
presenta se stesso come tuo inviato
e per inganno chiama a se fortuna
colpendo l’altrui pensier, dannato

O quante morti o vite rovinate
in tuo nome e de’ principi tuoi
compassione e carità, in fretta abbandonate
da chi fa di potere e soldi unici eroi

Chi manifesta in nome della croce
o insulta gli altri spacciandosi nel giusto
chi scaglia bombe invocandoti a gran voce
chi scalza l’altro per mettersi al suo posto

nessuno impara più dai propri errori
non c’è più dialogo tra noi e la nostra fede
in nome tuo, bombe e grandi orrori
e nel crescente buio, la verità che cede

È ormai facile, l’unica certezza
nascondere in mezzo a un’orda di rumore
di grida insulse, di cambi di fattezza
e in questo modo muore il vero amore

la fede vera sta nella preghiera
nel dialogo tra sé ed il proprio Dio,
l’imposizione è solo sicumera,
la vera fede nasce nel brusio

non c’è fede e nessuna verità
nell’imporre un pensiero in quantità
nel dire agli altri: “son solamente io
a poter capire la volontà di Dio! ”

 

1
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anonimo il 18/04/2009 23:23
    Bellissima e vera, amore, carità, perdono, umiltà, Gesù è l'unico modello da tenere presente.
  • loretta margherita citarei il 18/04/2009 14:29
    era ora che qualcuno scrivesse la verità, bravissimo, condivido appieno
  • bruno saetta il 18/04/2009 11:02
    Grazie!
  • Kiara Luna il 18/04/2009 10:12
    L'amore muore da millenni su questo suolo, e Cristo accettò la sua passione proprio per dimostrare che per Amore si muore e si può risorgere...
    ma solo chi chiude gli occhi e apre il cuore può sviluppare il sesto senso come un cieco e può "sentire" aldilà del fragore del male.
    Bellissimi versi per una splendida preghiera.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0