accedi   |   crea nuovo account

a prima vorda che ce semo amati(22-05-2007)

Stanotte a luna in cielo
fa compagnia ar velo
de stelle,
che me parono farfalle
de n'eterna primavera.
Come posso jire a durmì,
testa è na magica sera,
ancò su a pelle
sento, dorce omo,
er tuo profumo.
Me siedo su a panchina
der giardino,
m'accenno na sigaretta e fumo
e te penso imtensamente,
tutto er resto nun conta niente.
Er core canta dorcemente,
s'enventa tante melodie,
me frullano ne a capoccia
tante poesie.
Ma come faccio a scrive sta magia
se me tocca dì ar core,
de nun batte forte, de nun fa rumore,
so gelosa che l'andri
me leggheno sur viso
che ho fatto l' amore.
Stanotte è tutta na magia,
grazie pe sto dono,
Gesù mja.

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Anonimo il 24/06/2009 13:32
    Bella, bella, bella!!!!!
  • Massimo Tusa il 20/04/2009 14:24
    ... se me tocca dì ar core,
    de nun batte forte, de nun fa rumore...
    Molto bella
    Ciao
    max
  • antonio castaldo il 18/04/2009 18:41
    Er core canta dorcemente... sempre... e sempre il tuo.
    bravissima! E bellisssima!
  • Anonimo il 18/04/2009 18:32
    Bellissima Loretta... bellissima... l'ho letta tutta d'un fiiato!!! Complimenti: sciolto il cuore!
  • Anna G. Mormina il 18/04/2009 17:53
    '... Stanotte è tutta na magia...'
    Loretta quanto me iace 'er romanesco'!... brava, è bellissima!
  • Vincenzo Capitanucci il 18/04/2009 17:24
    Un bellissimo dono... Lory...

    dorce omo...
  • Donato Delfin8 il 18/04/2009 16:15
    Dolcissima.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0