PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Oltre le finestre

È sferzante il vento riverso in me
oltre le finestre

ne' cibo
ne' sonno
solo mani a fluire
velluto e velo

e un amore
stretto al collo
grotta viva

crudele
ossessivo
con il ritmo dei tamburi d'oriente

è musica sfumata
liquido caldo che affoga in gola

dilata il corpo in un sortilegio
che frantuma la ragione

sbatte le ali dell'anima
fonde i sensi
e schiaccia la carne in germogli di seta.

Cola
e' rovo
urlo di libellula

indossa la mia vita
fino a farla sanguinare

ed è calice a goccia
e io serpente
attorcigliata alle vene del suo cuore

lui
solo mio.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0