accedi   |   crea nuovo account

Movimenti in lievità

Spazio di fascino e
mistero,
il mio sottosuolo
è pieno,
terra spettinata
da imprevedibili venti,
le emozioni.
I miei strapiombi,
vulcani senza vita,
sotto le tue mani
prendono sembianze
di mari pulsanti.
Paesaggi ancestrali
cambiano forma,
cattedrali innalzate
con lacrime e sudore,
sono calpestate
dal tuo piede.
La durezza,
non può contrapporsi,
alla lievità.

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Antonella Marseglia il 13/05/2011 13:44
    Hai trovato ogni parola giusta per identificare perfettamente ciò che volevi far capire...
    non potevi scrivere versi migliori... complimenti.
  • Vincenzo Capitanucci il 19/04/2009 23:36
    Molto bella Fabio... strapiombi di emozioni... sulla mia terra spettinata dal Vento... cattedrali innalzate... con lacrime e sudore...
  • Donato Delfin8 il 19/04/2009 18:08
    piaciuta
  • Anonimo il 19/04/2009 11:31
    Bella.
  • Cinzia Gargiulo il 19/04/2009 10:36
    Bella!
    Un bacio...
  • Anonimo il 19/04/2009 10:33
    Bella Fabio... sapore di rivincita!
  • laura cuppone il 19/04/2009 10:28
    come può il cuore del poeta e la sua benedetta maledizione di vedere tutto coi sensi dopo il quinto... far finta che la reale, sobria e triste realtà sia congruente e incontro d'opposti dissolvibili?



    bella Fabio
    Laura
  • loretta margherita citarei il 19/04/2009 06:32
    piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0