accedi   |   crea nuovo account

Giocando a Poker nella S. A. L. A di un Harem

Passo passo passo l’emiro punta gioca pesante ricco dei suoi barili di petrolio
su questo rilancio all’infinito mi sono ingoiato un caotico peyote

tra poco calerò sul tappeto verde volante il mio poker di Donne vincendo sicuro

nessuna scala reale può batterle loro le scale dell’anima le lavano tutti i giorni con lacrime di dolore

L’emiro non può avere un poker d’Assi ho in mano l’Asso di fiori per onorare le mie Regine

I Re sono spariti dal mazzo per vari motivi che non tengo a precisare facendo loro un bel mazzo

Qualcuno potrà obiettare che sto barando avendo in mano quattro regine di Cuore

in verità sto solo bluffando ho solamente un full di sette con due dieci di quadri e cuori e non ho un soldo le mie tasche sono piene di nulla

mal che vada se perdo a picche diventerò un eunuco e continuerò a vivere con loro nell’harem coccolandole un poco lontano da telecamere indiscrete

state tranquille e tranquilli io sono tranquillo tutto questo è solo un sogno in fase Re-m

nel movimento fulmi-neo dei miei occhi lasciatemi i miei sogni se no divento terribilmente ansioso

il piatto piange mentre il verticale ride

se dovete svegliarmi fatelo dolcemente senza usare il solito assurdo bastone in bastoni di realtà ho già perso quasi tutti i denti per aver un più bel innocente di pacifico fanciullesco sorriso!!!!

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Anna G. Mormina il 19/04/2009 19:24
    ... non ti sveglierai... continuerai a sognare... vincerai la partita di poker e sorriderai pacificamente, fanciullescamente!... bellisima!
  • Donato Delfin8 il 19/04/2009 18:05
    piaciuta
  • Nicola Saracino il 19/04/2009 16:32
    Spassosa, prima, durante e dopo il risveglio. Hai messo in scena personaggi muti e pubblico partecipe. Notevole. Nicola
  • loretta margherita citarei il 19/04/2009 12:27
    la vita è un gioco, mischia le carte, ride chi vince, piange chi perde, ciao petit
  • Anonimo il 19/04/2009 11:56
    .. e chi poteva giocare questa partita?...
    ... ma si ti speglieremo dolcemente.. con una carezza al to fanciullo sorriso..
    Aurora

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0