username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Il segreto

Ti voglio confidare un segreto
non so perché
ti conosco appena
forse non sei neanche un amico,
la vita procede per sentieri impazziti
e la mia voce è l’eco di un suono………….

Allora…vagavo
mi ero perso in un bosco fitto
non sapevo ritrovare la via
quella del cuore
e dei miei pensieri,
sentivo un vento freddo
e il terrore di pericoli improvvisi
quando ho avvertito una mano
poggiarsi sulla mia spalla,
non ho tremato
non ho provato paura
ma mi sono girato verso il nuovo volto

“Ti ho visto solo e spaurito
in mezzo alla notte
e all’oscurità degli alberi,
mi hai chiamata e sono arrivata,
nessuno è mai solo
se nel cuore hai l’incanto della follia
la follia dell’amore,
sono solo una ragazza
quella con cui giocavi
negli anni di un tempo sfumato
e sorridevi mentre io ascoltavo
le tue nenie leggere,
prendi la mano
e avviati insieme al mio sorriso
…….. vedi, il bosco non c’è più
siamo soli a un passo dal mare
e posso cantarti una canzone
quella dell’amore perduto
nella nebbia dei ricordi,
siediti vicino a me
mentre il mare culla il respiro,
ascolta
ascolta……”

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

28 commenti:

  • Anonimo il 19/04/2011 11:36
    la paura di perdersi nel bosco... il ritrovarsi ad un passo dal mare aperto... che dire sempre emozionante
  • Aedo il 24/05/2009 21:08
    Grazie infinite, Terry, delle belle parole di commento e di aver gustato il sapore della mia fiaba. Ciao
  • terry Deleo il 24/05/2009 00:45
    Dall'oscurità del bosco filtra una luce:la luce dell'amore. Leggero e spensierato il tuo cullare di parole delicate.
    Un abbraccio
    terry
  • Aedo il 22/05/2009 22:38
    Grazie infinite, Marcella.
  • marcella vitelli il 22/05/2009 16:14
    Molto bella. Piaciuta.
  • Aedo il 16/05/2009 00:00
    Grazie, Laura, della tua graditissima visita. Ciao
  • laura cuppone il 15/05/2009 23:24
    stupenda ignazio!!!!!

    Laura
  • Aedo il 06/05/2009 20:33
    Grazie, Ugo, del tuo commento bellissimo. Ciao
  • Ugo Mastrogiovanni il 06/05/2009 16:02
    Un canto che ci sveglia dalla foschia, dai momenti inutili della nostra strada e ci ridesta alla vita. Accade quando sembra che la vita non abbia alcun senso e, fra l’altro, ci suggerisce versi dolci come questi.
  • Aedo il 25/04/2009 00:20
    Grazie, Lucia, per il tuo gradito apprezzamento. A presto. Ciao
  • lucia cecconello il 24/04/2009 19:05
    Bellissima... ciao Ignazio...
  • Aedo il 22/04/2009 23:46
    Grazie infinite, Bruno e Anna, delle vostre bellissime parole. Visiterò, Bruno, il sito e i tuoi lavori. Saranno bellissimi.
    Un abbraccio per entrambi
  • Anna G. Mormina il 22/04/2009 20:38
    ... non c'è più il bosco, ma il mare... bellissima Ignazio!... un abbraccio!
  • bruno guidotti il 22/04/2009 19:36
    Ciao Ignazio, ho letto con attenzione la tua poesia, ed ho cercato di viverla, ci sono riuscito, e ho provato quella emozione che tu ci hai magistralmente soffiato dentro, Ignazio sei forte, e non è la prima volta che te lo dico, io sono abbastanza restio a dare le sufficienze, ma quando ci vuole ci vuole. Io caro Ignazio, attualmente sto pitturando, in quanto non so lo sai, ma mi dedico anche alla pittura, e il prossimo mese parteciperò ad un concorso sul sito: www. pitturaedintorni. it. in qui io ho un sito web. se vuoi giudicare qualche mio lavoro, una volta nel sito, vai alla sezione pittori contemporanei, stanza 12, dammi un tuo sincero giudizio, e poi da Maggio, se credi potrai darmi un voto di preferenza. Qui a Nettuno, il tempo è ballerino, ci si capisce poco, ora a fine mese verrà mia cognata da Isola delle Femmine, spero che il tempo migliori. Ti mando tanti cari saluti, ciao Bruno.
  • Aedo il 21/04/2009 23:34
    Grazie, Sophie, per le tue belle parole. A me piace cullarmi col suono della tua amicizia...
    Ciao
  • Aedo il 21/04/2009 23:32
    È vero, Aurora, nel momento in cui mi ero perso nel bosco, cioè nel labirinto del sé, vengo soccorso dal ricordo di un forte amore dell'adolescenza; ma questo viene idealizzato e in esso si racchiudono i caratteri di chi si sarebbe voluto incontrare e non è stato. Sì, il bosco delle paure non c'è più, il mare ci attende con i suoi colori...
    Grazie per la tua bella interpretazione, Aurora.
    Un abbraccio
  • Anonimo il 21/04/2009 13:51
    .. e' stupenda Ignazio.. sai cosa ho pensato?... ad un amore dell'adolescenza.. il primo amore.. forse quello che non si dimentica.. che ci lascia dentro dolci ricordi.. la vita
    poi ci porta per altre strade, per altri sentieri.. ma li da qualche parte rimabne il il
    ricordo.. mentre il mare culla il respiro.. ascolta... e ti prendo per mano.. eil bosco non c'e piu'..
    un abbraccio aurora
  • Anonimo il 20/04/2009 18:42
    Che bella... veramente ci si sente cullare... grande Ignazio!!!!
  • Aedo il 20/04/2009 08:48
    Grazie infinite, cari amici, per i bellissimi commenti, che ho ricevuto. Ci sono momenti in cui la paura del bosco tende le sue insidie, poi basta l'incanto della follia, dell'amore, della fantasia, per ridare nuova vitalità.
    Un abbraccio per tutti
  • Anonimo il 19/04/2009 23:39
    Bello perdersi in questa follia che fa ritrovare l'incanto del sogno.
    Le tue poesie Ignazio sono descritte sempre come delicate fiabe.
    Bravo
    ciao
    Angelica
  • Vincenzo Capitanucci il 19/04/2009 23:18
    Bellissima Ignis... nessuno è mai solo... se ha l'incanto della follia...

    purezza di Cuore...
  • nicoletta spina il 19/04/2009 22:54
    Ascoltare questo segreto è come immergersi nel mare che lambisce le rive dei ricordi e consola con l'emozione del sentimento. Molto bella. Un abbraccio
  • Cinzia Gargiulo il 19/04/2009 22:42
    Una mano tesa per ritrovare la via del cuore, il buio del bosco scompare e ritorna la luce dell'amore e della speranza. Quella luce che talvolta si oscura ma che un incontro del tutto casuale ci aiuta a ritrovare perchè in realtà è sempre dentro di noi, ma da soli in alcuni momenti della nostra vita non la percepiamo.
    Molto bella Ignazio!
    Vedo che ultimamente hai ritrovato l'ispirazione e stai pubblicando con maggiore frequenza...
    Baci e... a presto...
  • antonio castaldo il 19/04/2009 22:13
    veramente bella...
  • lupoalato maria cannavacciuolo il 19/04/2009 21:31
    sai alle volte siamo colui/lei che perde la via alle volte siamo colui/lei che la fa ritrovare.
    siamo sia uno che l'altro, l'unica cosa che ci differenzia e il dolore con cui le viviamo.
    Mi hai fatto molto pensare e sentire pulsare vecchie ferite e accarezzato altre guarite. sei un amore cmq
  • Dolce Sorriso il 19/04/2009 21:19
    molto bella
    SEI OK iGNIS
    SI SI
    uN ABBRACCIO
    ANNA
  • Anonimo il 19/04/2009 20:39
    Bella.
  • loretta margherita citarei il 19/04/2009 20:37
    molto bella, ignazio bravo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0