PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Le labbra del tempo

Labbra di tempo ignaro:
baciate richiudendo gli occhi.
Vivete nel lungo respiro
di sangue pulsante di primavera.
I vecchi santi non hanno più nomi:
sono pietre erose da
stillicidi umbratili.
L'erba alta gli accarezza il corpo
ed il vento gli cancella il carattere.
Ghibli denso e abrasivo;
eco che appanna d'ocra le visioni.
Granelli che grattano il cielo
come montagne immense.
Miniature di larghe e pesanti ombre,
libratesi per rimordere senza giorni
l'aria.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Donato Delfin8 il 21/04/2009 23:50
    molto bella
  • Anonimo il 20/04/2009 16:08
    Piaciuta
  • loretta margherita citarei il 20/04/2009 14:49
    piaciuta
  • Rodica Vasiliu il 20/04/2009 13:46
    .. i vecchi santi non hanno più nome... rimangono solo le pietre...
    Bellissima! R
  • Anonimo il 20/04/2009 12:03
    Grande effetto le tue parole... Molto bella.

    Monica
  • Vincenzo Capitanucci il 20/04/2009 05:57
    Molto bella... Fabio... ed il vento gli cancella il carattere... non hanno più nome...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0