PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

mio lago

Passeggio sulla tua sponda tra erba tagliata libera come un gabbiano.

Sei immenso, profondo ma,
tenebroso come un castello disabitato.

Lancio piccole pietruzze
disegnando cerchi dalle svariate forme.

Sei magnifico in questa notte scura,
mentre il riflesso della luna
si specchia nelle tue acque buie.

Svolazzano i miei capelli
nella calda sera d'estate.

Profumi di cannella, tabasco e pescada
mi inebriano i sensi,
rievocando ricordi di sere d'inverno.

Nell'illiade del momento
un bimbo piange cadendo
un nonno passeggia fumando tabacco alla menta,
il cane scodinzola al suo padrone;
due adolescenti si baciano
al suono di voci lontane.

Scivola lo scialle
dalle nude spalle
mentre una calda brezza
accarezza la mia pelle.

Brividi mi riportano al presente.

Guardo te, dolce lago e nulla più importa che,
passeggiare al tuo cospetto.

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • antonio castaldo il 25/04/2009 19:58
    anche a me è piaciuta. ciao
  • Donato Delfin8 il 22/04/2009 00:04
    bella
  • Poeta estinto il 21/04/2009 08:59
    ... al cui interno c'è l'inifinità dell'emozione
  • Anonimo il 20/04/2009 17:28
    cerchi dalle svariate forme?...
  • Poeta estinto il 20/04/2009 17:08
    bello il cuore che hai nel respiro
  • Anonimo il 20/04/2009 15:26
    Nell'illiade?...
  • loretta margherita citarei il 20/04/2009 15:16
    piaciuta
  • cesare righi il 20/04/2009 15:05
    molto piaciuta, bella

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0