accedi   |   crea nuovo account

Lontananza

Mi manchi.
Allontanandomi dalla finestra ricordo
il tuo odore di tabacco,
le tue labbra sul mio corpo.

Esco nel patio volgendo lo sguardo a ovest
sognando tramonti in riva al mare.

I tuoi occhi scuri come la notte,
le tue mani morbide mentre accarezzano capelli si seta;
aspetto assetata ogni tuo messaggio
come beduino in cerca di oasi.

Fantastico su piccoli momenti rubati al tuo io.
Volgo lo sguardo al tramonto,
sperando in un rumore che mi faccia correre incontro a te.

Sedendomi sulla rossa panchina
sfoglio rose come pagine di lettere mai tradotte.

Sospiro al grande salice mormorando, torna... torna.. torna.
Nutro la speranza che tu appaia come il genio dalla sua lampada.
I giorni passano come sciarade tra speranze e delusioni.
tu prometti, prometti e prometti.

Questo amore mi distrugge ma...
agonizzo ogni tuo ritorno come l'arcobaleno dopo la tempesta.

Ogni nostro incontro sa di miele
facendo diventare il desiderio lava incandescente.

E allora dimmi Amore... come faccio a lasciarti?
come spezzo questa catena!

Ti adoro come il cioccolato
ti desidero come l'aria che respiro
ti amo e solo per questo ti aspetterò ore, giorni, anni;
finchè il mio respiro sentirà il bisogno di te.

Passo giorni tra foto dai colori d'estate,
fra lettere di carta di riso dal profumo di muschi selvatico.

Lacrime si mescolano hai ricordi di piccoli grandi momenti
vissuti a ritmo di musica gitana.

Dicono, la lontananza rafforza i sentimenti ed io..
aspetto come un fiore la sua ape
come la notte la sua luna
come lucciole i due innamorati.

Ma, tu non sei qui!

 

1
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0