accedi   |   crea nuovo account

Serenata

Si na chitarra
e nu felillo e voce,
te scetano,
dint'a nuttata,
nun te scuccià Marì
pure si ssò scurdate.

A notte ossaie,
è fatta pe l'ammore,
e cu stù cielo chino e stelle
e a Luna nova,
tutt'a passione mia
stà dint'a stà canzona.

Mietteto o scialle
e arape stù balcone,
vuttame nu vaso prufumato
e stà chitarra
nun se ferma cchiù;
te sona e guappe serenate.

A gente dò Paese
addà sapè.
Me songhe m'briacato
co vaso ca me dato,
e o Core mio
s'è annammurato e Tè.

 

0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • aldo battistelli il 26/08/2009 05:44
    versi cantati!! bravo!
  • Ezio Grieco il 14/05/2009 00:10
    Ciao Claudia, grazie.
    mikelus
  • claudia checchi il 30/04/2009 12:53
    Favolosa...
  • Ezio Grieco il 25/04/2009 00:29
    Ciao Donato... sempre squisito, grazie
    mikelus
  • Donato Delfin8 il 22/04/2009 00:08
    bellissima
  • Ezio Grieco il 21/04/2009 23:55
    Ciao dolce Sophie, commentata così da te, è... musica.
    Grazie
    mikelus
  • Ezio Grieco il 21/04/2009 23:52
    Ciao Lory, accostamento... irriverente... però gongolo.
    Grazie
    mieklus
  • Anonimo il 20/04/2009 19:06
    mi sono sciolta Michele... bellissima!!!!
  • loretta margherita citarei il 20/04/2009 14:51
    ben tornato, di giacomo, sei grande e mi fai sognare, scetateve quajoni!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0