PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Schizzo d’estate

Sembra ancora ieri
quando respiravo
aria di uva spina
le fragole profumavano.

Il sole ardeva alto
lodato dalle cicale
e la notte ancora
splendeva di lucciole.

Mielati ricordi
profumati d’infanzia
selvagge corse
spartendo i pampini.

E tu pigra lucertola
che mi fissavi con
iridi di smeraldo
nel meriggio incantato.

 

1
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Angelo Senatore il 28/03/2012 15:40
    Molto apprezzata e piaciuta questa tua veramente bella!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0