PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Avvistata...

Specchiata nei pozzi
dell’acqua ancora
a venire
-Memorie scandite in pieno
dalla solerte corposità di queste nuvole-

Avvistata
di sfuggita in approdo
al molo di un porto che emergerà a millenni

Intuita
come nota lontana,
assordante sirena
brillo,
emetto scaglie del tuo nome,
ovunque nel mio lamento di scoglio

Egregiamente calco orme,
paziente
nell’immediatezza distorta
di questo tempo dal sole di stagno

Assisterò
come assiste la mia essenza in continua,
dissolvente perdizione in te,
al passaggio chirurgico e immensamente breve
del cobalto luminescente

Punte di dita a sfiorarsi
acqua e carbonio
appena immersi
sempre a mischiarsi

Avvistata
specchiata

Nella tua anima
che contiene la mia

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • augusto villa il 21/04/2009 22:15
    Che bella..."nella tua anima che contiene la mia"...
    Parla da sè... e la trovo veramente bella... Complimenti Laura!
  • Anonimo il 21/04/2009 17:08
    Amore splendido, che legge dentro anche con un solo sguardo... brava!
  • loretta margherita citarei il 21/04/2009 15:46
    piaciuta per la sua particolarità

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0