accedi   |   crea nuovo account

a l'amicu poeta, er commentone

Le cose a cuscì stonno:
o li versi mja so stati
lu stiletto,
che t'ha ferito
l'orgojo ner petto,
oppu pe tua presunzione
si convintu
che pe te, ho scritto
a composizione.

Io te l'ho ja ditto,
che te vojo bene
e te rispetto,
con li commenti tua
me ce diverto,
tu judichi senza dà l'assoluzione,
si come a santa inquisizione.
Ormai cun me
te si sbilanciato,
me sa che de me
te si innamorato.
Pensu che tu sei de Trilussa,
a vorpe de a favola discussa,
mentre io so l'uva bona,
é che tu, a forza de sardà
nun me poi magnà,
cuscì come a vorpe dice:
"st'uva mica poi me piace!"

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • Donato Delfin8 il 24/04/2009 06:41
    bellissima come sempre
  • Anonimo il 23/04/2009 14:29
    L'uso del vernacolo enfatizza il soggetto, brava
    Ciao Agata
  • ANNA MARIA CONSOLO il 23/04/2009 14:09
    Ma che brava!
  • Donato Delfin8 il 23/04/2009 07:05
    Bellissima
    brava LO
  • antonio castaldo il 22/04/2009 22:48
    bellissima! mi è piaciuta e... a napoli diremmo... no... non lo dico.
    smack.
  • Fernando Biondi il 22/04/2009 21:58
    bella simpatica e divertente bravissima loretta, ciao Fernando
  • Marcello Caloro il 22/04/2009 19:05
    Gustosissima bacchettata. Ingegnosa e ben scritta.
  • cesare righi il 22/04/2009 17:14
    aho a me stò a sganassar dalle risate... a bellaaaa è proprio bella
    son migliorato nel "romanesco"?
    5st
  • Nicola Saracino il 22/04/2009 16:37
    Certo Loretta, un poeta si innamora, come tutti! il vantaggio del poeta è che può innamorarsi anche di più di una persona, anche di tutti il mondo in blocco direi, godendo del vantaggio che domineddio, abbuonandogli fin dalla nascita questo "peccato" come ha fatto con tutta l'umanità, glielo ha anche fatto sapere... . Purtroppo in molti poi se lo sono dimenticato, e dacché erano poeti, sono diventati bacchettoni. Questa è la mia personale interpretazione dei tuoi versi, che giudico buoni e saporiti com'è il mondo, in fondo, ai tuoi occhi. Ciao, Nicola
    Chissà perché mi viene in mente una frase di Nostro Signore: "Molto ti sarà perdonato perché molto hai amato".
  • Anonimo il 22/04/2009 16:13
    bellissima, Loretta, bellissima...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0