accedi   |   crea nuovo account

Sulla strada della vita

Ecco un sentore di malinconia,
tu non chiederti il perché,
lascia che esali i suoi vapori,
dal tuo cuore sino agli occhi.

Ecco una lacrima stanca,
ti sa d’amaro, eternamente dolce,
perdersi tra immagini trascorse,
che forse nell’oblio rifugeranno.

Come amabile carezza,
sì risuonan quelle note,
che su tiran quei vapori,
un’emozione è... è tua… per sempre.

Cosi, li giù, nel profondo si sposano
la tua gioia e l’amarezza,
le sorelle, fedeli e necessarie,
sulla strada della vita.

Ora guardi al tuo domani,
e ti chiedi allor: Perché?
Vago, il nulla, il doman sarà,
e ti perdi in quelle note,

ancora………

(2000 ca)

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Anonimo il 02/09/2009 12:21
    mi piace molto!
  • Sarah K. il 25/05/2009 21:47
    carina!!!
  • Anonimo il 28/04/2009 21:19
    bravo.
    bea
  • Vincenzo Capitanucci il 24/04/2009 21:35
    Bellissima... Aldo... sorelle fedeli e necessarie... ma un emozione è tua... per sempre..

    L'io conosciuto... non muore mai... e ancora... ancora lo ritroverò... senza neanche più cercarlo...
  • K. Lear il 23/04/2009 20:42
    Questa poesia dà una conferma in più all'idea che ho della tua poetica. Non quella di una persona che vive nell'iperurano, ma piuttosto quella di chi si trova su una strada dove passa la gente, e si chiede dove potrà mai arrivare da lì..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0