PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L’i-dio-ta gratificazione in polpette di fave

Più dono Amore gratuitamente più ricevo Sole in splendida mente

Più vita

Il nostro io è un cumino macinato per benino in un volo di coriandoli
d’aceto rosso balsamico incendiante l’offuscato

nel morta-io sale il pepe nero della notte friggendo in un olio d’oliva unto da luminoso giorno
fra semi di papa-veri ami si ristabilisce il tuo tutto accompagnando nell’infinito

un buon piatto di verdure lesse o stufate in pizzichi risveglianti dal gusto amaro disgustoso d’una calda padella d’amore caduta in ceneri spente bruciata dal freddo morente in tiepido disamore!!!!

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Donato Delfin8 il 24/04/2009 06:58
    piaciuta
  • cesare righi il 23/04/2009 11:41
    il Dio Rah, ringrazia. Non l'avevo letta, perchè volevo tenerla per la serata... ma mi stuzzichi... e io... mi hai riportato alla crociera sul Nilo che feci anni fa in tempi non sospetti... ho risentito il profumo di quella magnifica e magica terra. Ah, dimenticavo, passo la ricetta al nostro miglior Chef, certo Bottura della Francescana, che avrai letto è tra i primi 10 al mondo, vedrai che sodalizio...
  • Anna G. Mormina il 23/04/2009 10:58
    ... più amore si dona, più sole si riceverà...
  • Anonimo il 23/04/2009 09:26
    hei Vincenzo.. fantastica
  • loretta margherita citarei il 23/04/2009 06:17
    fantastica

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0