username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

La scarica da 101 volt

Stordisci il bravò che c’è in te uomo di Pongo
svolta aprendo gli occhi in Crudelia massa d'oscura realtà

rivoltati completamente nelle tue profondità in intaglio Cesareo

dove è il mio cane ho perso in un Fulmine quel malocchio di Macchia

scoprirai la pelliccia la pellaccia di un nudo di-amante

il lato pezzato il dalmata integro in periodica quotidiana unità di vita estremamente

felice

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Donato Delfin8 il 24/04/2009 07:06
    piaciuta
  • Fabio Mancini il 24/04/2009 00:06
    Molto bella. Grande Vincenzo! Fabio
  • Anonimo il 23/04/2009 18:41
    Grande!! Questa mi è proprio piaciuta!!!!!!
  • loretta margherita citarei il 23/04/2009 14:23
    bellissima
  • Anna G. Mormina il 23/04/2009 11:16
    ... l'uomo di Pongo riscopre la realtà...
  • cesare righi il 23/04/2009 10:28
    Pongo, Crudelia, Cesareo, Fulmine, Macchia... la scarica elettrica sei riuscito a rappresentarla molto bene...
  • Anonimo il 23/04/2009 10:25
    .. non ci credo... fantastico uomo di Pongo.. pezzato di consci inconsci sogni..
    demon...
    aurora

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0