accedi   |   crea nuovo account

Pausa

Disincantata,
con accanto Bukowscki
e un bicchiere di vino in mano,
a guardare un passo della vita
che fugge in cerca di riparo.
-“Da me? ” – mi chiedo,
-“dal vino? ” – insisto,
o,
“ forse, da Bukoswscki? ”

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Anonimo il 28/04/2009 14:44
    Bukowski.
  • Massimo Tusa il 27/04/2009 15:33
    Fuggi da Bukoswscki e tieni, il buon vino della tua cantina, che ho potuto gustare e te stessa, che ho avuto il privilegio di conoscere ed abbracciare.
    Ciao
    Max
  • Anonimo il 24/04/2009 21:31
    Hai ragione: meglio fuggire... da Bukowscki, non tanto per il fatto che lui sia stato un americanista, ma per il suo FOLLE pensiero -meschino-... Il voler considerare l'uomo come "la fogna dell'Universo"... e poi scrivere dell'uomo...

    Un bel pensiero
    Ciao
    Contessa Lara
  • Anonimo il 23/04/2009 18:43
    Bella.. diffcile.. ma bella!!!!
  • loretta margherita citarei il 23/04/2009 14:20
    carver è più leggibile, carina

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0