PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Oggi bagno di Sole

Oggi è iniziata la stagione del Sole in pieno Amore

una veloce doccia scozzese
un sapone in spugna di fango del Mar morto

graffiante
sui miei lunghi capelli di pelle fluenti

senza asciugarmi poi in mutande mutanti sul mio balcone in Sole
con sopra una canottiera rossa per fare più pudicamente sexy

in mano la lingua degli uccelli
un classico della lettura di Se stessi in un soffio di vento Sufi

imparare a cinguettare al Dio del Sole il mio sogno
con in bocca una sigaretta oro in un pirotecnico mar di boro

dolce la vita anelli di fumo a forma di cuore

verde speranza
attimi di eternità

occhi dei vicini assenti
un brivido freddo serpeggiante nella schiena

lacrime di sudore salienti viventi

 

1
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Donato Delfin8 il 24/04/2009 07:12
    molto bella
  • Fabio Mancini il 23/04/2009 23:40
    Scrittore di grande creatività! Ciao, Fabio.
  • Dolce Sorriso il 23/04/2009 23:19
    il tuo sole mi illumina
    bella
    ciao
  • cesare righi il 23/04/2009 22:20
    Vince, tu metti in poesia tutti i luoghi che io e Catiamia, abbiamo visitato, e amo tantissimo ripercorrerli nei tuoi versi... ora ti "ciucci" (come si dice da noi), la storia del mar morto:
    Prologo
    Io amo nuotare, Catia non si lava nemmeno nella vasca da bagno, ma fa la doccia, tanto è la paura che ha dell'acqua.
    Arriviamo al mar morto e io provo immediatamente l'esperienza di andare a leggere il giornale in due metri d'acqua. Cazzo (lo posso dire qui?) è vero, si riesce a stare seduti senza muovere un muscolo. Corro (eufemismo) da Catia e la trascino letteralmente in 50 cm d'acqua dicendole: rilassati e distenditi. La sorreggo per il bacino e lentamente la lascio. Affonda, affonda sul mar morto... da morire... dal ridere...
    Epilogo:
    ci sono due miei amici che stanno ancora ridendo, e sono passati dieci anni.
    Se ti ho annoiato, scusami, e nella prossima poesia scrivi di paesi freddi. Lì non troverai i nostri ricordi.
    Ciao e buona notte
  • Anna G. Mormina il 23/04/2009 18:08
    ... bello questo bagno di sole, ne avrei bisogno anche io!
  • loretta margherita citarei il 23/04/2009 17:07
    straordinariamente bella

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0