PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La fede d’uno sfigato felice

Nel mio modo di vedere e vivere il mondo
un labirinto paradisiaco infernale di impegni appuntamenti con gioie dolori nascite amori trambusti e morte

arrivo sempre nel corridoio cunicolo in vestitino letterina d’Amore nella cassetta postale con troppo anticipo o in ritardi notevoli

le stelle ogni volta pensate possedute evaporano fra le mie mani in una busta arcobaleno di luminosi incanti disincanti

penso lassù qualcuno mi protegga mi francobolli portandomi ad un indirizzo dove vuole Lui a me sconosciuto e non dove voglio io

tranquillo e felice sereno e sicuro mi abbandono al canto celeste divenuto divento

vera foglia in sfoglia di vento

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Maddalena Sangalli il 25/04/2009 00:05
    bellissima!
  • Anonimo il 24/04/2009 17:25
    prendere la vita con filosofia, lasciandosi guidare da un disegno non progettato dal protagonista, con serena fiducia e allegra follia. Bellissima
  • Anna G. Mormina il 24/04/2009 17:00
    ... dici bene: non siamo noi che decidiamo, dove andare, cosa fare... noi siamo solo letterine, tristi o dolci... bellissima!
  • loretta margherita citarei il 24/04/2009 15:13
    bella, bella, bella, all'infinito
  • Donato Delfin8 il 24/04/2009 07:18
    bellissima
  • Daniela Treccani il 24/04/2009 02:29
    Molto bella la chiusura, un dolce abbandonarsi liberi come vera foglia in sfoglia di vento. Percepisco la frenesia della vita che ci opprima, bella mi è piaciuta tantissimo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0