accedi   |   crea nuovo account

frammento di memoria

poche parole spese male
tra le righe di un giornale
parole oscure,
parole chiare,
era quasi la vigilia di Natale
una vita quasi tutta, anzi
tutta da inventare, senza
panettone per natale,
un sogno un emozione
una realtà un illusione,
uno schianto secco, il suono
di un sax ed una tromba,
poi fiori ed una tomba
ed il ricordo di carezze amare
una vita da dimenticare,
che come una freccia,
un alito di vento
colpisce sempre il centro
il centro…………
del tuo cuore

 

0
5 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Angelo Senatore il 04/04/2013 16:48
    Spettacolare complimenti!

5 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0