accedi   |   crea nuovo account

Venticinque aprile

Dovrei svegliarmi e sorridere oggi
a questo sole che è soltanto mio,
calpestare la mia terra senza paura,
senza chiedere il permesso a nessuno,
parlare al mio mare
e sentire la sua placida risposta.
Ma qualcosa mi insegue in eterno
qualcosa di enorme,
per quanto fugga
e dovunque mi nasconda
esso riesce sempre a trovarmi,
mi vede attraverso le mura,
il dolore mi aspetta
e mi spara da dietro gli angoli.
Il venticinque aprile sono prigioniera...

 

3
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Ferdinando il 12/01/2017 18:16
    apprezzata... complimenti.

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0