accedi   |   crea nuovo account

Nonno 2009

Seduto attendi
sulla anonima panchina,
i jeans un po’ sdruciti,
l’ipood in una mano
ascolti.
Il tempo che è trascorso,
non invano,
l’hai vissuto giorno per giorno,
ogni tuo capello grigio ne è conferma.
Osservi il film della tua vita
correre veloce sulle rotaie dell’infinito arrivo,
fermo immagine dei momenti più importanti,
gioie, lacrime e sorrisi.

Seduto attendi,
ascoltando la musica a cui appartieni,
ritmandola al tuo cuore,
il fermarsi della giostra dei tuoi giorni.
Tre corse, una gratis,
abbonamento di giornata,
prendi la coda e giri gratis.

Nonno voglio scendere,
ti riporta al presente improvvisamente,
l’ipood nel taschino,
la giostra che ha fermato i tuoi pensieri,
il nipotino tra le braccia,
ed il tuo sguardo ancora lì che galoppa solitario.

 

2
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Len Hart il 30/06/2013 17:38
    Molto significativa, brava!
  • Anonimo il 28/04/2009 23:17
    Bella.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0