PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Primavera

Mattina
Pallida mattina
Pallida mattina di primavera
Ancora legata al gelo dell'inverno

Fredda
Fredda mattina
Fredda anche per l'anima
Per il cuore solitario

Quante volte ho pianto
un amor perduto?
Quante un amor sognato?
E quante volte un amor vissuto?

Solo il cuore lo sa
la mente lo cancella
ricordarne il numero
fa tremare l'anima

A volte
cosi preso dalla vita
e dai ricordi del passato
mi sono dimenticato
che cosa significa amare

Ma proprio in queste fredde mattine
che mi ricordo il significato della parola
Amore

Il preché? non lo so.
Ma una cosa vi dirò:
Non c'è niente di più bello
di stare abbracciati
al proprio amore sotto il sole
e sussurragli teneramente

Ti ricordi di quell'angolo nascosto?
quello era un bel posto
dove correvamo ogni sera
a celebrare la primavera
con le stelle come tetto
e il muschio come letto.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Mirko Coller il 03/05/2009 19:13
    grazie a tutti!
  • loretta margherita citarei il 30/04/2009 15:37
    mi è piaciuta
  • antonio castaldo il 30/04/2009 14:47
    mi è piaciuta... bravo.
  • Carina Defilipe il 30/04/2009 11:45
    Primavera, dolce, frizzante, gioiosa... o forse crudele, triste e solitaria...
    Ma quanto può l'immagine di un ricordo ferirci o guarirci?
    E molto bello il tuo canto alla vita che sfugge... Carina

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0