accedi   |   crea nuovo account

L’alba è di nuovo viva

Il paesaggio è avvolto dalle nebbie
colline e laghi si cullano silenziosamente
nel loro candido torpore

un uomo corre verso l’orizzonte

la morte lo insegue lo bracca ostinatamente
con le sue lunghe mani adunche addormentanti in ombre

la sua salvezza è in un raggio di luce

fra quelle calde braccia di vita
nel sole tra le brume nascente

tingendo i suoi ciechi pazzi occhi

in sprazzi d'infinito blu

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anna G. Mormina il 30/04/2009 16:55
    "... la sua salvezza è in un raggio di luce..."
    i suoi 'dolci' occhi, si tingerann d'infinito blu!... dolcissima!
  • loretta margherita citarei il 30/04/2009 15:36
    bella
  • Donato Delfin8 il 30/04/2009 13:28
    bellissima
  • Carina Defilipe il 30/04/2009 12:42
    Ho visto l'uomo che corre fiancheggiando un lago alla ricerca del tepore che un raggio di luce può offrirli... Si era perduto, cercava niente... ma comunque era lì davanti alla vita senza un per che!!!
    Olè!!! Molto bella Vincenzo... e io non potevo far a meno che risponderti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0