accedi   |   crea nuovo account

Dentro al vortice

Mi sento chiusa
in un vortice di fuoco,
un circolo vizioso
che mi brucia la pelle lentamente.
Mi sento chiusa
in una stanza oscura,
senza finestre,
ma una sola porta chiusa.
Mi manca l'aria,
mi sento soffocare.
I miei occhi
vedono una luce fioca:
forse c'è qualcuno fuori!
Sorrido,
ma non ho la forza
di provare ad uscire,
non so come uscire.
Perchè nessuno apre
questa maledetta porta?
Perchè...
non riesco a salvarmi?

 

0
5 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Antonella Intini il 08/07/2012 12:01
    Quando leggi queste parole senti veramente che l'aria ti manca, che hai bisogno di uno spiraglio per far passare l'aria e respirare aria pulita, libera, rinfrescante. Riesci a vedere dinanzi agli occhi quella porta chiusa che tarda ad aprirsi, che lega nella solitudine. Un inquietudine ti avviluppa e non vedi l'ora di finir di leggere la poesia, tutto d'un fiato, per tornare a respirare.
    Ottimo ritmo, nessuna parola inutile: tutto necessario.
    Non demordere: la salvezza, con fortuna e desione proprio, non tarderà ad arrivare

5 commenti:

  • Flavia Castelli il 20/09/2011 00:18
    piaciuta, forse perchè parli di una sensazione, uno stato che riesco facilmente a comprendere. un saluto
  • enrico dignani il 29/08/2009 21:26
    qui sul pianeta Terra si è costretti a salvarsi tutte le volte, funziona cosi, il voluttuario e il bello annullano la fatica e gli umani dilagano.
  • Donato Delfin8 il 01/05/2009 07:51
    bella
  • antonio castaldo il 01/05/2009 04:44
    anche questa... bella. brava.
    kiss
  • Vincenzo Capitanucci il 01/05/2009 01:03
    E un vortice... l'unica via è un dono di abbandono... in un sorriso...

    Bellissima...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0