accedi   |   crea nuovo account

Ritorno nel grembo materno

Annaspo confuso alla ricerca del vero.
Mi arrampico su specchi di mille ipotesi.
Mi afferro ad ogni appiglio per avere certezze.
Ma le mie domande non trovano risposte.
E rimane l'angoscia del dubbio,
della sfiducia, dello sconforto.
Può mai bastare una cieca fede
ad accendere un minimo barlume
nel buio dell'impenetrabile mistero?
Ma è poi un così duro destino finire nell'oblio,
dissolversi fra gli elementi della natura,
restituirsi alla materna e provvida Energia
che ci ha donato l'inestimabile fortuna
di nascere e sperimentare la vita?

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Fabio Mancini il 04/05/2009 09:32
    Mi è molto piaciuta. Ciao, Fabio.
  • Maria Gioia Benacquista il 01/05/2009 12:50
    Di tanto in tanto imprendiamo un viaggio introspettivo alla ricerca di certezze.
    Ci angoscia l'idea che potremmo finire nel nulla e nell'oblio, cerchiamo di afferrarci alla luce della fede... cadiamo nello sconforto e continuiamo a sperare...
    Mi è piaciuta.
  • loretta margherita citarei il 01/05/2009 11:37
    bella, bravo, piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0