username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

bimbo

Le montagne si uniscono al cielo,
formando un quadro dipinto con
gli occhi di un saggio pittore.
Stormi d’uccelli volano inseguendo nel tempo, il clima ideale alla loro
esistenza.
I bimbi corrono gridando festosi
inconsapevoli del loro destino,
così lontano, triste, impreciso
pieno d’ostacoli ed incertezze.
Il mondo li guarda, s’accerta che
esistono, ma loro corrono senza
voltarsi, la droga cammina da tutte
e parti, i giovani bimbi gli girano
intorno, la delinquenza li avvicina,
alcuni si voltano senza sapere.
Il gioco diventa pesante, quei
giovani bimbi, si sono fermati,
si ode un grido di disperazione
una madre che piange un bimbo
perduto.
I bimbi corrono gridando festosi,
ma il loro amico adesso non c’è,
il mondo ha distrutto, come sempre
distrugge, la tenera età che c’era in te.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0