PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Desti-no ig-nota la gnosi

Facile
difficile
svegliarsi al nostro essere Vita

nel canto di Igor
bruciano i roghi
in Madre Natura
volano uniti dieci cigni bianchi
in superno volo

basterebbe nella fantomatica bilancia delle nostre vite

togliere barando il peso di una s-ba®ra ostacolo d’eternità

mettendo
sul piatto

in mantica Oro
un po’ di vero Amore

Il nostro destino è fra le mani del Fato di una luminosa fata universale

stregante

Giorni Fatali
ammalianti

Un
Inno a Te
dai-mon Amour

Corde d’arpe d’Argento
in Sole

insorge
Luna chiara nella notte

Amore fatato
Arpie amanti

Anime bambine

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • karen tognini il 13/02/2012 11:54
    Bellissima Vincenzo... Il nostro destino è fra le mani del Fato di una luminosa fata universale
  • Alessandro Negri il 02/06/2010 15:22
    Molto bella! Soprattutto l'ultima parte mi ha colpito molto
  • Donato Delfin8 il 05/05/2009 09:35
    piaciuta
  • loretta margherita citarei il 03/05/2009 16:04
    this song is stupend!
  • Anna G. Mormina il 03/05/2009 11:38
    "Il nostro destino è fra le mani del Fato di una luminosa fata universale..."

    ... ma davvero, Luna chiara, riuscirai a darci un po’ di vero Amore... è... stupenda! 6 grande!
  • Anonimo il 03/05/2009 10:30
    che bella capitaine... la sento molto.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0