accedi   |   crea nuovo account

Questo è essere medesimi

Che deludente delusione è questa vita!
Fumo per aver compagnia, mentre nemmeno l’accendino mi funziona più.
È inutile insistere contro l’insistenza di non cedere e le notti che porto a casa non saranno mai melodie.
L’unica melodia sono le grida di qualche pazzo che gira e rigira per la città.
Il fidanzamento è mentale e non sociale ecco perché tutto si perde!
La falsità della famiglia dovrebbe finire e continuare l’attraversarsi fin quando c’è da attraversarsi.
Forzare oltre il limite è da stupidi, distruggi la vita stessa, che naturalmente ci legherà sempre e per sempre a persone diverse.
Non capisco l’amore eterno, non l’ho conosco, forse mi è più simpatico Dio.
Ma fuori a quel bar siedono coppie da anni, mi sembrano mummie congelate dal tempo.
Non si evolveranno, resteranno perennemente nel loro stato d’immobilità, di stupidità: questo è il medesimo, questa è la vita stupida e rompi coglione.
Le case come loculi e i figli come tasse e la voglia di vivere un’altra lei! Questa è una vera voglia, sincera, naturale.
Ma naturali non sono i figli ormai,
naturale non è la famiglia,
Tutto ciò che è falsamente considerato naturale, è sbagliato!
Questo, si questo è essere medesimi.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0