accedi   |   crea nuovo account

Il lume poetico

Il poeta precipita
in profondi spazi abissali

da voragini inconsce trafitto
in fulminanti bagliori

Vive
dei sprazzi di luce

in una miniera di liquidi diamanti
difficili da portar su in un vecchio secchio bucato dal tempo

il vento luminoso spietatamente l’acceca

l’inchioda
alle nudi pareti
di una vorticosa stanza vuota

luminose vertigini nuziali
divorano sbranano il suo essere lacerandolo nel fare

fra maestosi mulinelli di lingue focali
scorre il fiume visionario il numen in potenza di lave in fuoco

della sua splendida vergine amata
gelida divina Vestale

d’infuocata imene
distruggendosi bestialmente br-ama

Uni-one

d'appassionato amore amante amato amando

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 01/08/2009 18:04
    potente davvero potente e molto evocativa!!! bravo!!!
  • loretta margherita citarei il 04/05/2009 13:00
    straordinarie le utime 4 parole, sei un genio.
  • Anna G. Mormina il 04/05/2009 11:07
    ... nulla può fermare l'Amore... grandiosa, bravo Vincenzo!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0