accedi   |   crea nuovo account

Eredità d' amore

Oggi ricorre, o padre,
giorno amaro
di tua dipartita.
Dentro di me ancora
pulsa tua presenza
gratuita d' amore:
abbraccio bruno
su riso profumato.
Mi percuote turbinio
di pianto.
Scendono amare lacrime
nel fiume del tempo
e ricerco fiori di pace.
Sfinita mi rifugio
nelle cattedrali dell'anima.
Sgrano rosari di preghiere,
depongo macigno di solitudine
nei mari della speranza.
Ed ecco mormorio
di fonte mi consola.
Attonita mi accosto,
accanto, in folgorio di luce,
ondeggia l'albero
incantato
di tua poesia.
Trepida raccolgo
la tua eredità d' amore.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Anna G. Mormina il 10/05/2009 10:37
    cara Rosarita, tuo padre ti ha lasciato un'eredità preziosissima... quella dell'amore!... molto bella, brava!
  • antonio castaldo il 05/05/2009 21:24
    bellissima! complimenti!
  • Anonimo il 05/05/2009 15:49
    molto bella Rosarita
    Aurora
  • loretta margherita citarei il 05/05/2009 15:33
    molto bella, eternità di un ricordo
  • Vincenzo Capitanucci il 05/05/2009 11:40
    Bellissima... sofferta... amata...

    Bravissima Rosarita... cattedrali dell'anima... in folgorii... di luce...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0