PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Piove...

E piove mentre scende la sera.
Piove senza un’ombra sincera.
Poi, una voce ed un numero privato,
un’incertezza ed un dubbio insensato.
Poche strofe da uno sconosciuto,
parole che avrebbero avuto più senso se avessero taciuto.
Ancora un lampo squarcia il firmamento
insieme a quei termini che diventano un lamento.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • Anonimo il 02/08/2011 15:24
    Lì per lì avevo pensato a D'Annunzio ed a Modugno. Peccato nessuno dei due!
    Ma la poesia dice qualcosa lo stesso tra le righe...

    Poche strofe da uno sconosciuto,
    parole che avrebbero avuto più senso se avessero taciuto.
    ...
    Difficile tacere. C'é sempre gente che parla a sproposito anche sotto la pioggia!
    Ciao
  • LUIGI CARLO ROCCO il 20/09/2010 16:25
    mi piace il ritmo e le scansioni, le immagini che si susseguono con l'incedere austero e disincantato al tempo stesso.
  • Adamo Musella il 29/06/2010 22:06
    Un suono divenuto parole da raccontare; anche questo è poesia. brava Jessica. baci.
  • Marcello Affuso il 12/10/2009 00:17
    davvero bello
  • Andrea Zotta il 15/09/2009 11:11
    Intensa in poche parole.
    Molto brava.
  • antonio castaldo il 23/05/2009 16:56
    anche a me è piaciuta. kiss.
  • Jessica Mastroianni il 06/05/2009 20:51
    Gentilissimo Luigi!
  • LUIGI CARLO ROCCO il 06/05/2009 19:50
    si può fare una buona poesia con pochi elementi e questa è una buona poesia.
  • Jessica Mastroianni il 06/05/2009 16:28
    ... combinano proprio guai!
    Grazie cara!
  • loretta margherita citarei il 06/05/2009 14:37
    piaciuta, questi cellulari!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0