PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Ne la taverna de Lello!

A la “Taverna de Lello l’ubriacone”
magni, bevi e scureggi!
Poi ‘ncontrà a gente strana,
oppure se nun sei jellato,
poi conosce ‘a gente de gran classe.
L’artra sera, n’à specie de sindacalista de le mignotte,
vestito comme ‘n principe,
ce fece ‘n ber discorso:
“ Aoh! ‘ste povere creature abbisogna difendelle
che a lavorà in mezzo a na strada,
è ‘n lavoro assai pericoloso,
indi per cui le “puttane” vanno difese e rispettate,
nun se scordamo che arischieno ‘a vita
pe’ fa der bene all’ommini. ”
‘Nsomma sto principino ce disse che certe mignotte,
fanno er lavoro pe’ vocazione, l’artre pe’ bisogno,
quelle ce cianno ‘a vocazione è mejo che continueno
a fa ‘e mignotte, l’artre ponno fa quarsiasi lavoro:
‘e infermiere, ‘e cantanti, l’attrici e quelle più intelligenti
Ponno mette su ‘n partito!
Er discorso me piacque, filò liscio, liscio,
comme er Moscato ner gargarozzo
e io che nun so ‘n gonzo,
colle lacrime all’occhi, applaudii commosso!

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Donato Delfin8 il 11/05/2009 11:10
    Unta al punto giusto
  • Solo Commenti il 07/05/2009 23:13
    Purtroppo devo dire che è una brutta composizione, in quanto sguaiata nella forma ed erratica nel contenuto. Tuttavia c'è vento di sincerità nelle ultime quattro righe di testo, interessante contraltare alla seconda riga, che cita altro tipo di vento. "Ed ei avea del cul fatto trombetta": Dante, Inferno. Anche lì strani esseri applaudirono commossi.
  • loretta margherita citarei il 07/05/2009 20:39
    corrego il commento era un film con alvaro vitali, che citava quella osteria. me lo hanno detto propio adesso. ciao fabio, ma il Signore ti perdonerà per aver frequentato questo posto? ciao, bravo comunque
  • Fabio Mancini il 07/05/2009 20:37
    Grazie per i vostri commenti. Desidero confermare che questo è un ulteriore contributo personale all'Unto di Arcore e alle sue follie! Fabio.
  • Anonimo il 07/05/2009 18:48
    si loretta.. dal "troione"...
    mangi, bevi e t'intrallazzi... brava!
    fabio... se t'impegni sei pure divertente...
  • cesare righi il 07/05/2009 14:16
    Piaciuta tantissimo, specialmente nel finale... Ponno mette su ‘n partito!
    come l chiamiamo? io propongo er partito della mi... gnocca
    Grazie Fabio, quando vuoi "strappi" un sorriso
  • loretta margherita citarei il 07/05/2009 13:42
    mi fa pensare al film di Fantozzi solo che la taverna se chiamava :da giggi er troione, simpatica poesia
  • dramaqueen il 07/05/2009 11:12
    Simpatica!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0