accedi   |   crea nuovo account

Condanna esemplare

Ardente il desiderio, come implacabile il bisogno,
fiamme di verdi ceppi, per un pallido riscaldarsi.
Sogni di notti stanche, tra crimini senza ritegno.
Ed urla di donne a terra in quell’angolo a ripararsi.

Padroni di questo mondo, ricchi del vostro orgoglio,
bianche le vostre mani, ma rosso è il color riflesso.
Sicuri nell’andamento, non commettete mai uno sbaglio..
.. dalla parte della ragione, per voi uomini di successo!

Perdono non concepite, ad ogni sbaglio giusto dolore,
colpire il vostro bersaglio… una ineffabile sensazione.
Dall’alto del vostro vaglio, vi oscurate da ogni colore,
accusare è il vostro potere, senza concedere compassione.

Ardente il desiderio, come implacabile è il diletto,
fiamma di rosso fuoco, per un gelido rallegrarsi.
Sogni di notti brave, a redimere ogni difetto.
Ed urla di figli svegli in quell’angolo a maturarsi.

L’ingiustizia non è reato, ma un’arma utile per educare.
Chi sbaglia va condannato, sul patibolo, messo alla gogna.
Il popolo non ha potere, non è concesso poter replicare
La morte, condanna esemplare, senza pietà…e senza vergogna!!!!!!

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0