PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Fiori eternamente nomadi

Per coltivare in fiore
tutte le mie eternità

nascerò
da una piccola zingara dello spazio

in un mondo nomade in fretta d’agitata azione senza l’incombenza fuorviante d’un limitato tempo

indicando con mano protesa mendicando il Suo Cielo con dito indice sicuro

medicando quel povero bastonato

imperituro fragile Amore

 

1
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anonimo il 08/05/2009 23:20
    il fiore che unisce vita, vaga nei cuori e profuma di dolce aroma. ciao Vince. Salva.
  • Anna G. Mormina il 08/05/2009 19:04
    ... con fiori di eternità, medicherai quel fragile fiore... dolcissima!
  • Chiara Savazzi il 08/05/2009 14:57
    davvero bella e molto profonda..
  • loretta margherita citarei il 08/05/2009 14:30
    meravigliosa, vincenzo, quel nascere non da una zingara ma da una stella vagadonda,
    bravo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0