accedi   |   crea nuovo account

Fuga della sera

L'onda ribelle
accecata da luci tremule
nella piazza della discordia
scalda la sera
con parole infuocate
su selciati avvelenati
forme ardenti
di folli pensieri
risuonano nella notte
su marciapiedi striduli
S'allontana l'onda
lacerata da sguardi impietriti

È finita la commedia

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

19 commenti:

  • Anonimo il 23/05/2009 17:16
    ... il bello "è"... e non "e"... uffa la fretta... baciotto. Novita' x gli U2? Monica
  • Anonimo il 23/05/2009 17:14
    Capita di trovarci in situazioni dove non riusciamo a trattenere "parole infuocate". Il bello e poi rimettersi in ascolto e comprendersi nuovamente con le persone a cui le abbiamo dette. Monica
  • augusto villa il 16/05/2009 14:45
    Me lo procuro... Sono curioso... Devo riempire quei puntini...
    Grazie Maria!
  • Maria Lupo il 16/05/2009 01:41
    Più precisamente: la ricostruzione del rapimento e del delitto da parte di due magistrati, che ci si trovano(apparentemente) per caso...
  • Maria Lupo il 16/05/2009 01:39
    Esattamente"Piazza delle cinque lune". Parla del delitto Moro.
    Quanto a quel che succede, è troppo complicato spiegarlo... certo una vicenda molto più tenebrosa e complessa della vostra...
  • augusto villa il 15/05/2009 18:45
    Martolina dice bene!... Eh... non per niente è la mia bimba!...
    Maria... ma che è successo nel film di Martinelli?
    Daaiii... che son curioso... Dimmi almeno il titolooo!!!
  • Maria Lupo il 13/05/2009 00:34
    beh.. piazza delle Cinque lune è necessariamente pericolosa... ricordate il bellissimo film di Martinelli?
    Meno male che non mi sono fermata, allora...
    Terry, la poesia è molto bella e l'episodio, anche se non lo conosco, penso verrà presto dimenticato.
    Sono contenta di averti conosciuta anche se non abbiamo parlato quasi per niente...
  • Marta Niero il 11/05/2009 22:51
    ho letto la tua poesia...
    ho letto tutti gli interventi...
    dico solo: ci siamo conosciuti di più...
    e poi in ogni famiglia ci sono piccole e grandi battaglie...
    un abbraccio collettivo
    baci
    M
  • Aedo il 10/05/2009 12:25
    La cruda realtà a volte irrompe in modo inaspettato al di là delle reali intenzioni. Condivido tutto ciò che è stato detto precedentemente e spero che tutto si possa superare, grazie alla sensibilità e alla maturità, che sono presenti in ognuno di noi.
    Grazie, Terry.
    Ignazio
  • Giuseppe Bellanca il 10/05/2009 08:56
    Bella fa riflettere, però scagli la prima pietra chi non ha peccato?
  • Anonimo il 09/05/2009 00:58
    Una situazione che secondo me ha portato solo bene
    perchè non ha spezzato quella magia, ma solo mostrato il lato vero dell'essere umano
    quello che siamo noi
    Bravissima Terry, mi è piaciuto il finale
    La commedia è finita inizia una nuova era... quella della verità..
    esseri umani non solo poesti del...
    un abbraccio, piaciutissima
    Angelica
  • Fabio Mancini il 08/05/2009 23:59
    Poesia di spessore. Qualche malizioso direbbe d'altezza! Un abbraccio, Fabio.
  • Cinzia Gargiulo il 08/05/2009 21:44
    Forse questa volta non è rimasta solo una sensazione di dolcezza ma un retrogusto amaro che ci mette un po' di tempo a scomparire. Ma il tempo e la riflessione che ognuno di noi saprà fare ci renderanno più pronti ad un prossimo incontro in cui oltre la comune passione per la poesia e l'allegria ci possa unire una reale capacità di accogliere anche chi si sente più spaesato in una nuova esperienza.
    Sempre brava e vera Terry.
    Baci...
  • Anonimo il 08/05/2009 21:43
    Particolare... direi... e io che non c'ero all'incontro... e mi è tanto spiaciuto... la meree passano, lasciando magari detriti sulla spiaggia... ma qualche perla alla fine magari salta fuori... bella poesia... brava!!!
  • terry Deleo il 08/05/2009 21:06
    Siamo esseri umani, non solo poeti di un sito:sicuramente è un'esperienza che fa riflettere ma che ci fa anche crescere. Quel sentimento che ci unisce, sappiamo bene cos'è. Al prossimo incontro, dunque, sempre più uniti dall'Amore per la poesia e per la vita.
  • Michelangelo Cervellera il 08/05/2009 20:37
    è una poesia sicuramente molto ben scritta, può far pensare a molte cose, ma per noi che eravamo li in quella piazza ha un preciso significato. Uno stupido litigio per un più stupido motivo. È vero, siamo rimasti impietriti, anche se ci siamo prodigati per far abbassare i toni, ma puo succedere un diverbio, anche se nessuno ne sentiva la mancanza, come d'altronde altri diverbi altrettanto stupidi anche se non plateali hanno macchiato questo nostro 3° incontro. Spero solo che questo alla fine sia un momento di crescita e non di divisione.
    Spero di aver inteso male l'ultimo verso, scritto così sembra quasi che i nostri incontri siano solo commedie e non reali conoscenze di persone che vogliono condividere una passione, ma probabilmente sono solo io che l'interpreta così.
    Mi auguro che i nostri incontri, aperti a tutte le persone che scrivono su poesieracconti e non solo, possano continuare sotto il segno dell'allegra condivisione del nostro sentire ed anche con un po' più di maturità.
    Voglio salutare, se mai leggeranno questa tua poesia ed i relativi commenti i nostri amici che hanno, loro malgrado, scaldato la sera in piazza delle 5 lune.
    Un abbraccio ed un bacio alla grande Terry.
    Michelangelo
  • Annamaria Ribuk il 08/05/2009 18:12
    ... l'onda ribelle accecata... lacerata da sguardi impietriti...
    ... bellissima...!!!!!!!!!!!!!!!!
    anche le commedie ci fanno crescere... eh eh, eh... baci, baci... Ann
  • laura cuppone il 08/05/2009 17:41
    ogni riferimento é puramente casuale... terry!!!

    che panterina che sei!!!
    ben scritta!
    Lau
  • loretta margherita citarei il 08/05/2009 17:10
    la ribellione come onda piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0