accedi   |   crea nuovo account

senza riflettersi

attraverso il vetro
scorre la pioggia
piccole gocce formano cerchi
guardo di fuori vedo il mondo
cammina profondo senza voltarsi
batte la pioggia a
volte forte a volte scorre
vibra il vetro se passa un auto
sento rumori fuori di scena
ed è quasi pronta la mia scena
si è appannato anche il mio vetro
offusca la luce che c'è di dietro
passi lontani
volti distratti
quanti scorrono
senza voltarsi
dietro il vetro
senza riflettersi

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Donato Delfin8 il 11/05/2009 11:58
    bella
  • Silvia Lodini il 08/05/2009 20:59
    la pioggia mette tanta tristezza... bella, mi è piaciuta ^^
  • Fabio Forlivesi il 08/05/2009 20:41
    È un componimento gradevole, ma se scegli di non rispettare schemi metrici o rimari, dovresti stare poi attento a non generare rime (vetro dietro) o ripetizioni (scena), il lettore s trova spiazzato. Anche la scelta di chiudere l'intero componimento con strofe di due sole parole mi sembra un po' arbitrario, e non totalmente preparato, il che lo rende brusco.
  • Anonimo il 08/05/2009 18:56
    grandissimo Nemo!!!!
  • loretta margherita citarei il 08/05/2009 18:55
    prova a cantare sotto la pioggia, chissà forse ci toglierà la malinconia.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0