accedi   |   crea nuovo account

quando arriva la "notte"

La mia notte è adesso
perchè non sei vicino a me
la mia notte è una puttana che aspetta lungo la strada
con l'illusione di trovare amore
la mia notte è questa penna senza inchiostro
un foglio ingiallito
una candela spenta
un graffio sulla tela
colore sparso
la mia notte è una radice non un fiore
è un pianto
la mia notte è senza sonno
veglia le mani in preda al gesto
la mia notte non ha poesia
trema sotto le unghia della paura
m'insegue i pensieri e suda deliri
la mia notte è uno specchio che aspetta
per sapere chi veramente sono io

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Luigia R. T. il 09/05/2009 21:51
    Molto significativa e dipinta con forza e sensibilità... questa inquieta notte, metafora del mistero che è dentro e fuori di noi e di cui perennemente, consciamente o inconsciamente, avvertiamo la presenza,
    sì che, mentre abbracciamo il molteplice reale, disperatamente tentiamo di violarne l'insondabilità!
    Complimenti!
    Luigia
  • loretta margherita citarei il 09/05/2009 06:20
    la notte è la nemica terribile per chi è solo bella
  • Anonimo il 09/05/2009 01:07
    complimenti per il finale... la notte è lo specchio che deve mostrare l'essenza
  • laura cuppone il 09/05/2009 00:54
    bellissima delirante passionale..
    notte...

    Laura
  • Anonimo il 09/05/2009 00:45
    Complimenti molto bello il verso:
    la mia notte non ha poesia trema sotto l'unghia della paura
    ciao
    Angelica

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0