PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Spirito di libera sopravvivenza

Offendi pure l’Anima mia

calpestami
nelle essenze di libertà

Lei è immortale degli olocausti non se ne cura

da al mio corpo dignità
lavoro da mangiare

servimi
qualcosa d’Altro di quel piatto vivere della nostra congiunta morte

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Donato Delfin8 il 11/05/2009 12:38
    bella
  • Anna G. Mormina il 09/05/2009 14:30
    ... l'Anima non sarà vittima delle ingiustizie di quest mondo... grande Vincenzo!
  • Anonimo il 09/05/2009 14:14
    Mi mancavano i tuoi versi, allora mi sono detta: vado a cercarlo. Ciao, è sempre un piacere.
  • Anonimo il 09/05/2009 13:54
    Pragmatica... cupa e capace di farti riflettere... un inno tormentato di uno spirito critico che cerca di elevarsi in un mondo dove tutto è di plastica... superba!
  • loretta margherita citarei il 09/05/2009 12:37
    molto bella, la dignità che ogni persona deve avere
  • Fabio Mancini il 09/05/2009 12:35
    Profonda. Un contenuto più critico rispetto al tuo solito repertorio fatto di luce e di slancio. Piaciuta. Ciao, Fabio.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0