accedi   |   crea nuovo account

L'altra metà

Nel luogo in cui l’altra metà del sole,
su un cielo dipinto da Cezanne,
velo su donna dal color magia,
sorriderò al bislacco fato
che se di luna invaghisce e spende luce,
celare lo stesso come lei
e offrirne solo quella metà a falce...
Ferire cuori, desiderare sesso,
rallegrarli comunque
e ricordargli il tempo:
ché, se di fantasia si vive,
all'immaginar l'incanto,
si conceda al meritevole poeta
quello che più di tutto teme e ama...
chiama a se tutti i travagli e intreccia
ricordi intrisi di pesanti nubi;
e pioggia e tempeste sono il suo futuro,
nell'accecante scuro
d'una metà di prolungata vita
che nei conti fanciulli era remota...
Non potrò mai amarti come vorrei,
luna a meta',
per scelta di chi scelse anche per noi,
per noi su cui terrore incombe adesso:
scioglie te stessa e la neve che in estate
ci si porta addosso
tra untuose creme e occhi piangenti;
e tutto si evolve nel continuo sogno:
un maledetto sogno
dove scuoterti e anelar dolce risveglio
è vano, doloroso, stravagante
per chi di tante cose può parlare...
E vive dei silenzi più silenti...
E mi confondo in te
e mi conforto in te, e mi sconforto,
nell'altra meta' che io veder non posso
che mai vedrò e che tu mai vedrai.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0