PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

All'ombra di Notre Dame

All'ombra di Notre Dame
incrociavamo i nostri sguardi

in quella cattedrale di leggende e di misteri
colma di medioevo
rifugio di corvi e di stelle d'argento.

Ed eri acrobata ed istrione
quando accarezzavi le mie labbra
al chiarore di una falce di luna

e la Senna scorreva lenta tra estasi e tormento
tutto svaniva come cenere
al suono di quel violino che strideva come un amante

era la stagione delle nebbie
erano i passi dell'amore

solo noi due
equilibristi della notte

e fuori l'ululato dei lupi
a lacerarci.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Ajeje Brasorv il 21/08/2008 14:53
    ah, finalmente una bella poesia!!! qui si leggono solo smancerie disarticolate

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0