PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

sintesi

Spiagge lucenti, illuminate
da un sole caldo che brucia
i piedi dei bimbi che corrono
dietro un pallone di plastica,
incuranti del dolore, felici di
sudare per la conquista di
quella sfera che scappa.

Il mare riflette con la sua
bellezza, l’onda che sale e
poi ridiscende lentamente,
formando dei gorgoglii,
come se fosse la risatina
della natura, che si trastulla
in questo continuo gioco.

L’uomo seduto alla riva,
scaglia senza pensare dei
sassi, come se in quei gesti
si formassero lentamente uno
dopo l’altro, gli anni che
furono e toccandosi le
cicatrici, si accorge che
queste non fanno più male.

 

1
6 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 30/03/2012 09:46
    splendida poesia complimenti

6 commenti:

  • Donato Delfin8 il 11/05/2009 13:06
    malinconica
  • Giuseppe Bellanca il 11/05/2009 12:03
    grazie Sophie come sempre il tuo passaggio qui mi rende sempre felice... Kiss
  • Anonimo il 11/05/2009 11:59
    Bellissima... molto nostalgica...
  • Giuseppe Bellanca il 11/05/2009 11:17
    il tempo una magica medicina. grazie.
  • nicoletta spina il 10/05/2009 22:51
    Momento marino di gioco e consapevolezza... quadro dipinto di sensazioni e bellezza. Molto bella.
  • loretta margherita citarei il 10/05/2009 19:37
    bel quadro estivo, il tempo cancella il dolore piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0