accedi   |   crea nuovo account

Cose disperse

Anonime ossa
sbiancate dal sole
che il tempo ha consumato,
sperdute su arida sabbia
di un deserto.
Sostennero vita,
percorsero strade,
conobbero stanchezza e riposo.
Una mente li mosse,
un cuore li nutrì.
Ora semplici cose
come sassi relitti,
muti resti penosi
d'un passato silente,
della storia d'un uomo,
forse triste o gioiosa,
di certo un epilogo atroce.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Fabio Mancini il 11/05/2009 16:33
    Bella. Complimenti. Fabio.
  • Vincenzo Capitanucci il 11/05/2009 00:34
    Quante cose potrebbero raccontare... di quella mente... di quel Cuore... che le nutrì...

    Molto bella... Ignazio... un epilogo atroce... la storia... dell'uomo... sassi relitti...
  • Anonimo il 11/05/2009 00:33
    a tratti cruda, ma tremendamente vera... delle ossa sparse a prima vista sono cose inermi e silenziose, ma se potessero parlare avrebbero una storia da raccontare.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0