accedi   |   crea nuovo account

Alla poetessa Alda Merini

Isolarti fu vera follia,
genio d’amore e di poesia,
pensavano di curarti
con gli elettroshock e i divieti.
Dei sogni sentivi la sete,
l’amore scuoteva la carne,
vigile sofferenza, sempre presente.
Riaffiorano in me le tue parole,
semplici e immense,
segno dell’afflato eterno.
Dall’altro mondo il Vate
ti infonde coraggio,
mentre ti dico, ti amo.

 

0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • Anonimo il 27/08/2011 17:15
    incantevole dedica per una grande poetessa...
  • Donato Delfin8 il 14/05/2009 12:51
    Bella dedica
  • Vincenzo Capitanucci il 12/05/2009 03:01
    Una grande poetessa... di carne... luce... e sangue...

    Bravissimo Fabio... merita un... Ti Amo...
  • dramaqueen il 11/05/2009 21:26
    Bellissima... anch'io la adoro
  • Solo Commenti il 11/05/2009 20:43
    Risibile e perciò rilevante il parallelismo fra il sé dell'autore e il cosiddetto "Vate", che agiscono simultaneamente sulla Merini, dalla quale forse l'autore sogna un "grazie del passaggio, sei bravissimo anche tu". Il resto è una svenevole fiera del risaputo.
  • Anonimo il 11/05/2009 18:24
    Bellissima dedica per una grande poetessa.
  • Anonimo il 11/05/2009 14:03
    La amo tanto anche io. Bellissima dedica
  • Cinzia Gargiulo il 11/05/2009 13:34
    Una bella dedica!...
    Baci...
  • loretta margherita citarei il 11/05/2009 13:25
    la merini è una delle mie poetesse preferite, doveroso omaggio.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0