accedi   |   crea nuovo account

A mamma e papà

Non c’è niente.
Ascolto i battiti del mio cuore in silenzio.
Non c’è niente.
Stringo il volto al cuscino e ingoio le lacrime.
Non c’è niente.
Preferisco le urla a questo cupo silenzio
interrotto da tintinnii di forchette.
Solo parole dalla televisione accesa
minestra e verdure mescolate al rimpianto
malinconia negli sguardi di chi vuole che sia tardi;
stupido rancore, un pezzo di pane per favore.
Cena consumata insipida e fredda.
Non c’è niente.
Le forchette continuano a tintinnare.
La tv a parlare.
Voi rimpiangete il passato.
Io non lo ricordo,
so solo che respiravo.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

12 commenti:

  • marco mattei il 10/10/2010 00:57
    bella poesia. in alcune frasi credo che in tanti di noi ci si possano ritrovare. quella quotidianità che fatica a scaldare il cuore...
  • claudia bugliani il 06/04/2010 23:30
    mi è piaciuta tanto. brava
  • augusto villa il 25/01/2010 22:08
    Ben scritta... M'aspettavo la solita poesia tipo "tanto bene... sempre nel cuore.. bla.. bla.. bla.."... invece mi son trovato davanti ad un testo scritto bene e per niente banale... Davvero complimenti... Tutti meritati.
    Tornero' a rileggerti...
  • Salvatore Ambrosino il 13/10/2009 23:46
    Versi toccanti e commoventi che rabbrividiscono chi come te ha vissuto questa esperienza,
  • bruno saetta il 20/07/2009 15:35
    Un'immagine forte e crudele di una realtà fin troppo comune. Molto bella!
  • nemo numan il 19/07/2009 20:40
    bellissima
  • Fiscanto. il 07/06/2009 13:50
    Sempre la solita storia! Incomprensione tra genitori e figli. I figli amano i genitori dopo morti... una sorta di medaglia alla memoria. Peccato!
  • Donato Delfin8 il 14/05/2009 13:09
    piaciuta
  • loretta margherita citarei il 12/05/2009 06:26
    incomunicabilità, fotocopia di tante famiglie, piaciuta
  • Vincenzo Capitanucci il 12/05/2009 02:44
    Bellissima Silvia... quando si accendono le televisioni... si spengono le conversazioni.. Francis Cabrel...

    È un dramma di oggi...
  • Anonimo il 11/05/2009 23:17
    Bella. incomunicabilità con le persone care, brava.
  • antonio castaldo il 11/05/2009 22:55
    anche questa... mi è piaciuta. ciao.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0